oppo

A+ A A-

Approvato il Bilancio di previsione 2015

COMUNE DI SALZANO

RELAZIONE SUL BILANCIO DI PREVISIONE 2015

Il Bilancio di Previsione 2015 è il quarto Documento Programmatico che l'attuale Amministrazione ha predisposto dall'inizio del suo Mandato. Non appena insediati, nel 2012, si sperava che i tagli allora subiti fossero il frutto di una politica di Austerity dettata dall'emergenza e che negli anni successivi, le riduzioni dei trasferimenti da parte del Governo Centrale agli Enti Locali, in un'ottica di progressiva riduzione della spesa pubblica, si sarebbero quantomeno stabilizzate. Di anno in anno, invece, abbiamo assistito ad un susseguirsi di nuove Leggi alle quali hanno conseguito continui e consistenti tagli, nuove e sempre più complesse imposte a carico del cittadino ed obblighi normativi ai quali adempiere, che hanno ulteriormente rallentato la macchina amministrativa, rendendola, al contrario di quanto pubblicizzato a tutti i livelli, meno efficace e meno efficiente. Se a tutto questo va ad aggiungersi una perdurante crisi economica e sociale che non accenna a terminare, il contesto entro il quale il Bilancio di Previsione 2015 è stato predisposto, è probabilmente il più complesso degli ultimi anni. L'ultima Legge di Stabilità approvata dal Governo ha imposto una riduzione di circa il 15% dei trasferimenti rispetto lo scorso anno; se a questo aggiungiamo una quota IMU 2014 che lo Stato ritiene di averci erroneamente versato, ed una quota di rimborso che dobbiamo obbligatoriamente al Ministero dell'Interno, importi che saranno trattenuti dai trasferimenti di quest'anno, rispetto al 2014, le entrate relative al Fondo di Solidarietà Comunale sono passate da Euro 1.542.000,00 ad Euro 1.116.597,00. Come far fronte ad una riduzione complessiva del 30% delle entrate, per un importo totale di circa 425mila Euro? Per chiudere il Bilancio 2015 le alternative erano due: ridurre della stessa percentuale le spese, non garantendo più buona parte dei servizi finora forniti ai cittadini, o cercare di coprire il mancato introito versato dello Stato con altre entrate, in modo da mantenere i servizi così come erogati sino ad oggi. Volendo optare per la seconda alternativa, le scelte intraprese dall'Amministrazione sono state le seguenti: lasciare inalterate le aliquote e le tariffe previste nel 2014 (si sarebbero potute aumentare sia l'aliquota TASI, sia l'aliquota IMU su seconde abitazioni, terreni, uffici e attività commerciali), eliminare la detrazione di 50,00 Euro prevista nel 2014 per la Tasi e, per la prima volta, attingere per una somma pari a circa Euro 256.000,00, direttamente dall'avanzo di amministrazione.

Per quanto riguarda quest'ultimo punto, vanno fatte alcune precisazioni.

Il 1° gennaio 2015 è entrata in vigore la riforma sull'armonizzazione contabile degli enti territoriali, che dovrebbe rendere i bilanci degli enti locali omogenei e confrontabili tra loro e permettere una maggior conoscenza dei debiti effettivi degli enti territoriali, nonché una maggior pulizia nei bilanci mediante la consistente riduzione dei residui. Ciò ha comportato un oneroso lavoro da parte di tutti gli Uffici, che hanno analizzato approfonditamente ogni residuo attivo e passivo iscritto, provvedendo alla loro cancellazione o alla loro reimputazione e portando ad un risultato di amministrazione al 1 gennaio 2015 di Euro 1.267.487,66. Di questi, come sopra evidenziato, Euro 256.903,12 sono stati impiegati per la chiusura del Bilancio di Previsione, mentre Euro 225.035,55 per la creazione del Fondo crediti di dubbia e difficile esazione. Concludendo, il quasi 40% dell'Avanzo 2014 è già stato impiegato per poter garantire l'ordinaria amministrazione ed il normale funzionamento della macchina amministrativa il che, per quanto legittimo, non è certo ciò che ci si auspicherebbe. Va evidenziato che l'utilizzo dell'avanzo permetterà comunque la conclusione di alcuni investimenti, dei quali due coperti parzialmente da contributi regionali: il completamento del museo della seta e la conclusione della realizzazione dei nuovi impianti sportivi di Robegano, con annessa la messa in opera di un nuovo sistema di illuminazione del campo da calcio.

Per quanto riguarda le restanti voci di Bilancio, anche per il 2015 si è data priorità ai capitoli relativi al Sociale ed ai Servizi alla persona, considerato anche il continuo e costante aumento di richieste di assistenza da parte dei cittadini, per sé o per i propri cari, indice di disagio sempre maggiore diffuso nelle famiglie residenti nel nostro territorio.

Come ormai è prassi consolidata nella stesura del Bilancio di Previsione e di tutti i suoi allegati, anche quest'anno le difficoltà nella redazione del bilancio, le scelte programmatiche e gli aspetti contabili che caratterizzano il bilancio 2015 sono stati presentati e discussi in almeno cinque commissioni consiliari: tre più generali, nelle quali in aggiunta ad altri punti all'ordine del giorno, si è provveduto ad aggiornare tutti i consiglieri sulla situazione generale del Comune e sulle criticità che avrebbero caratterizzato il Bilancio 2015 e due convocate ad hoc e riguardanti quindi, quasi esclusivamente il bilancio di previsione ed i suoi contenuti. Questa scelta è stata fatta al fine di garantire la massima trasparenza sulle scelte intraprese, permettendo di entrare nel dettaglio di ogni singola voce del bilancio e dando la possibilità ad ogni consigliere di chiedere qualsiasi delucidazione sulle voci di entrata e di spesa, in un'ottica di totale apertura, confronto e condivisione sulla situazione finanziaria.

A conclusione dell'iter procedurale necessario per l'approvazione, il bilancio 2015 ed i suoi allegati sono stati sottoposti alle verifiche del Revisore dei Conti il quale, tenuto conto delle variazioni rispetto all'anno precedente, del rispetto a livello previsionale dei vincoli del patto di stabilità, del rispetto dei vincoli di spesa e del rispetto dei vincoli in materia di contenimento delle spese di personale, ha espresso parere favorevole sulle previsioni di bilancio, anche a livello pluriennale, attestata la regolarità finanziaria.

L'Assessore alle Risorse Economiche e Controllo di Gestione

Elisa Zanin

Puoi scaricare le slide di presentazione del Bilancio di previisone 2015 nel link in calce a questo articolo.

10.07.15

 

 

OPPOSIZIONE CONDIVISA E RESPONSABILE

Il-Tuo-Paese-Vivo glossy_ridLe due parole chiave del nostro programma elettorale erano “Amministrazione condivisa”.

Una espressione per indicare un metodo per amministrare attraverso un costante dialogo con i cittadini.

La maggioranza degli elettori ha però premiato altri.

Noi crediamo che il metodo dell’ascolto e della partecipazione sia comunque il metodo più giusto.

Per questo vogliamo svolgere il nostro ruolo di opposizione responsabile con lo stesso impegno e lo stesso metodo.

Lo faremo in Consiglio comunale, attraverso i nostri consiglieri eletti: Sara Baruzzo e Daniele Masiero.

Ma questo non basta.

Lo faremo tra la popolazione, con il contributo di tutti i cittadini di Salzano e Robegano che abbiano voglia di esprimere una idea, di segnalare un problema, di portare il loro contributo.

COME PARTECIPARE ?

• intervenite al nostro incontro, la sera di ogni primo martedì del mese, nella sede di via Calabria 2.

• incontriamoci nei banchetti che faremo periodicamente in piazza.

• prendete parte alle iniziative pubbliche che organizzeremo su alcuni temi cruciali per la nostra comunità.

Venite, daremo voce alle vostre idee!

Prossimi appuntamenti

Convocazione del Consiglio Comunale:

22 dicembre 2017 ore 20.00 Filanda

ORDINE DEL GIORNO

1)      Approvazione verbali seduta di Consiglio del 28/11/2017.

2)      Comunicazioni del Presidente del Consiglio.

3)      Atto di indirizzo relativamente al progetto delle opere viarie conseguenti alla chiusura del passaggio a livello di via Borgo Valentini.

4 )     Determinazione quota oneri di urbanizzazione per opere su edifici di culto ai sensi della L.R. V. 44/87 - Anno 2018.

5)      Comunicazione deliberazione di Giunta Comunale n. 136 del 28.11.2017 ad oggetto "Bilancio di Previsione 2017-2018-2019 - variazione di cassa (n.2)".

6)      Interrogazioni, interpellanze e mozioni.

In contatto

Puoi inviarci le tue domande e/o segnalazioni al seguente indirizzo e-mai: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure utilizzando il form alla pagina contatti. Saremo lieti di prendere in esame le vostre considerazioni e richieste.

Cosa è stato fatto …

Vuoi conoscere le realizzazioni dell’Amministrazione Comunale 2012-2017, governata dalla Lista “Per il tuo Paese vivo” ? Leggi il “Bilancio sociale di mandato”. Puoi scaricarlo dal sito del Comune.

Newsletter

iscriviti per ricevere la nostra newsletter



Committente responsabile: Benito Agnelli - © 2017 Il Tuo Paese Vivo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.