oppo

A+ A A-

Ordine del Giorno per una revisione del progetto di legge "Azienda ULSS Zero"

 

Questo il testo dell'Ordine del Giorno che la Lista "Il Tuo Paese Vivo" propone alla votazione del Consiglio Comunale di Salzano, per evidenziare alcune criticità del progetto di legge di iniziativa della Giunta regionale in tema di riorganizzazione delle ULSS, con una particolare sottolineatura delle conseguenze che si potrebbero avere per il nostro territoro, e per una conseguente revisione di tale proposta.

Bozza Ordine del Giorno Azienda Zero

Oggetto: Progetto di Legge n° 23 del 29 giugno 2015 “ Istituzione dell’ente di Governance della Sanità regionale Veneta denominato Azienda per il Governo della Sanità della Regione Veneto – Azienda Zero. Disposizioni per la individuazione dei nuovi ambiti territoriali delle Aziende Ulss”.

Premesso che, il Presidente della Regione del Veneto, ha presentato in data 29 giugno 2015 il progetto di legge n° 23, avente ad oggetto “ Istituzione dell’ente di Governance della Sanità regionale Veneta denominato Azienda per il Governo della Sanità della regione Veneto – Azienda Zero. Disposizioni per la individuazione dei nuovi ambiti territoriali delle Aziende Ulss”;

Preso atto che il progetto di legge, porta ad un cambiamento radicale della gestione della Sanità Veneta e considerate le nuove disposizioni in essa descritte, prevede l’accorpamento delle attuali ventuno Aziende vigenti a sette, individuando ambiti coincidenti con gli attuali confini provinciali.

Atteso che la proposta di legge prevede, tra l’altro, a far data dal 1^ gennaio 2016 la creazione di un’unica ULSS per il territorio della Provincia di Venezia, denominata Azienda ULSS 3 “Serenissima”, con sede a Venezia;

Considerato che l'organizzazione del Sistema Sanitario Regionale dovrebbe fondarsi sui principi dell'universalità, dell'equità e della solidarietà, e che dovrebbe avere come obiettivi il miglioramento del sistema dell'offerta sanitaria pubblica, in direzione dell'integrazione, della qualità, della prossimità e dell'accessibilità;

Esaminato il testo del progetto di legge, pur considerando necessario procedere ad una equa razionalizzazione della spesa sanitaria, attraverso una migliore ed efficiente ri-organizzazione delle aziende ULSS, al fine di offrire al cittadino servizi di eccellenza, si evidenziano alcune criticità in merito:

  • La nuova suddivisione delle aziende Ulss non tiene conto dei bacini di utenza, ma si rifà meramente a dei confini ”geografici”, senza il coinvolgimento diretto dei territori.
  • L’istituzione del nuovo ente denominato “azienda zero”, la cui finalità sarebbe quella di “ unificare e centralizzare in capo ad un solo soggetto le funzioni di programmazione, di attuazione sanitaria e socio-sanitaria”, comporterebbe la messa in discussione delle attuali prerogative degli enti locali e del consiglio regionale in materia di programmazione dell`attività socio-sanitaria, nonché l’autonomia delle Ulss, direttamente dipendenti dalle disposizioni dell’azienda zero.
  • L'abolizione della figura del direttore dei servizi sociali e della funzione territoriale farebbe mancare ai comuni un importante punto di riferimento e confronto e gli enti locali verrebbero a versare dei contributi all’Azienda Ulss riducendo il controllo sull’operato e sui livelli di assistenza erogati ai propri cittadini. La sostituzione di questa figura con un “Coordinatore dei servizi sociali”, e l’attribuzione della funzione dirigenziale del sociale al direttore sanitario, svilisce notevolmente il concetto di integrazione socio-sanitaria, spostando il focus sull'ospedalizzazione, in una società che invece, evolvendosi verso la cronicizzazione di molte patologie necessita di una costante attenzione all'ambito sociale.
  • Al momento la situazione finanziaria delle Ulss appare fortemente disomogenea, con una non equa distribuzione dei trasferimenti per alcune Ulss, e importanti deficit di bilancio per altre. La fusione in questo caso potrebbe generare ulteriori criticità, sommandole, invece di risolverle. Riteniamo infatti utile ricordare che:
  • a) la nostra ASL 13, è tra quelle in cui la riorganizzazione è stata avviata per tempo tanto da permettere il raggiungimento del pareggio di bilancio già nel 2012 e la chiusura del bilancio 2013 con un attivo di oltre 7 mln di euro, cosa che non è avvenuta in altre ASL del territorio veneziano che secondo il PDL andrebbero a costituire la nuova Azienda “Serenissima”.
  • b) che questo risultato è stato ottenuto nonostante lo storico sotto finanziamento che ci vede relegati agli ultimi posti nella ripartizione delle quote pro-capite assegnate.
  • c) che una prima riflessione va fatta partendo proprio dai dati di carattere economico, dell’Ulss 13 e delle Ulss alle quali dovrebbe fondersi:

ASL

BILANCIO 2012

BILANCIO 2013

BILANCIO 2014

ULSS 10 Veneto Orientale

-6,6 Ml/€

-16,9 Ml/€.

-21,47 Ml/€.

ULSS 12 Venezia

-55,1 Ml./€.

-47,4 Ml/€.

-68,42 Ml/€.

ULSS 13 Mirano

+3,2 Ml/€.

+7,3 Ml/€.

+1,3 Ml/€.

ULSS 14 Chioggia

-14,2 Ml/€.

-7,9 Ml/€.

-10,91 Ml/€.

 

  • d) che, nell’ipotesi di una nuova azienda sanitaria di scala metropolitana, non si capisce come incida questa sperequazione sui costi e sui finanziamenti delle diverse realtà se non a copertura dei disavanzi derivanti dalle altre ASL della nostra provincia.

Riteniamo pertanto necessario:

  • Che le funzioni di programmazione ed attuazione dell’attività socio-sanitaria rimangano prerogativa del consiglio regionale, della giunta e della V commissione, rivedendo quindi il ruolo dell’azienda zero
  • Che sia assolutamente indispensabile recuperare, mantenere e incrementare le prassi di consultazione e collaborazione tra Regione, enti locali e cittadini, al fine di garantire una miglior integrazione fra i territori ed il mantenimento di servizi di qualità
  •  Che sia necessario tutelare l’integrazione fra aspetto sociale e sanitario, soprattutto in una società dove la progressiva cronicizzazione delle patologie ne acuisce le criticità, preservando la figura del direttore del Sociale;
  •  Che si proponga la nomina o proroga dei 21 Direttori Generali per il tempo necessario a ridefinire il numero ed i confini delle Ulss Venete.
  •  Che si consideri la necessità di implementare la rete dei trasporti per facilitare i collegamenti e per evitare che la riorganizzazione dei servizi sanitari possa rappresentare una difficoltà per i cittadini e le comunità locali, evitando che nel territorio delle province interessate il servizio sanitario subisca tagli o ridimensionamenti delle prestazioni offerte sospendendo, in attesa della nuova riorganizzazione, l’attuale applicazione delle schede ospedaliere.

 26.10.15

OPPOSIZIONE CONDIVISA E RESPONSABILE

Il-Tuo-Paese-Vivo glossy_ridLe due parole chiave del nostro programma elettorale erano “Amministrazione condivisa”.

Una espressione per indicare un metodo per amministrare attraverso un costante dialogo con i cittadini.

La maggioranza degli elettori ha però premiato altri.

Noi crediamo che il metodo dell’ascolto e della partecipazione sia comunque il metodo più giusto.

Per questo vogliamo svolgere il nostro ruolo di opposizione responsabile con lo stesso impegno e lo stesso metodo.

Lo faremo in Consiglio comunale, attraverso i nostri consiglieri eletti: Sara Baruzzo e Daniele Masiero.

Ma questo non basta.

Lo faremo tra la popolazione, con il contributo di tutti i cittadini di Salzano e Robegano che abbiano voglia di esprimere una idea, di segnalare un problema, di portare il loro contributo.

COME PARTECIPARE ?

• intervenite al nostro incontro, la sera di ogni primo martedì del mese, nella sede di via Calabria 2.

• incontriamoci nei banchetti che faremo periodicamente in piazza.

• prendete parte alle iniziative pubbliche che organizzeremo su alcuni temi cruciali per la nostra comunità.

Venite, daremo voce alle vostre idee!

Prossimi appuntamenti

Convocazione del Consiglio Comunale:

22 dicembre 2017 ore 20.00 Filanda

ORDINE DEL GIORNO

1)      Approvazione verbali seduta di Consiglio del 28/11/2017.

2)      Comunicazioni del Presidente del Consiglio.

3)      Atto di indirizzo relativamente al progetto delle opere viarie conseguenti alla chiusura del passaggio a livello di via Borgo Valentini.

4 )     Determinazione quota oneri di urbanizzazione per opere su edifici di culto ai sensi della L.R. V. 44/87 - Anno 2018.

5)      Comunicazione deliberazione di Giunta Comunale n. 136 del 28.11.2017 ad oggetto "Bilancio di Previsione 2017-2018-2019 - variazione di cassa (n.2)".

6)      Interrogazioni, interpellanze e mozioni.

In contatto

Puoi inviarci le tue domande e/o segnalazioni al seguente indirizzo e-mai: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure utilizzando il form alla pagina contatti. Saremo lieti di prendere in esame le vostre considerazioni e richieste.

Cosa è stato fatto …

Vuoi conoscere le realizzazioni dell’Amministrazione Comunale 2012-2017, governata dalla Lista “Per il tuo Paese vivo” ? Leggi il “Bilancio sociale di mandato”. Puoi scaricarlo dal sito del Comune.

Newsletter

iscriviti per ricevere la nostra newsletter



Committente responsabile: Benito Agnelli - © 2017 Il Tuo Paese Vivo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.