oppo

A+ A A-

Approvato il bilancio preventivo 2016

 

Nello scorso Consiglio comunale del 31 marzo è stato approvato il Bilancio preventivo 2016. Riportamo di seguito la relazione di Elisa Zanin, 'Assessore alle "Risorse economiche e Controllo di Gestione". Nel link in calce all'articolo è possibile scaricare le slide di sintesi, con dati e grafici, utili per meglio comprendere questo importante documento.

 

"Per il 2016 l’Amministrazione si era data l’obiettivo di approvare il bilancio di previsione anticipatamente rispetto agli scorsi anni, per poter pianificare e programmare le azioni di governo senza dover aspettare la seconda parte dell’anno e ridurre quanto più possibile il regime dei dodicesimi, in modo da poter disporre quanto prima delle risorse messe a disposizione. Pur con non poche difficoltà, questa scelta ha permesso di avere sin da inizio anno una panoramica abbastanza completa della situazione finanziaria dell’Ente, anche se tuttora il governo centrale non ha dato conferme in merito alle risorse che saranno messe a disposizione dei Comuni. Unica certezza è che anche per quest’anno sono stati previsti tagli alle entrate, derivanti soprattutto dall’eliminazione della TASI: il Governo aveva garantito che il mancato introito sarebbe stato compensato da pari entrate derivanti dai trasferimenti da parte dello Stato, ma così non avverrà. Si è stimato, infatti, che di quanto incassato nel 2015, le casse comunali ne vedranno circa il 90%, con una riduzione, per il nostro Comune, di quasi 100mila Euro. Nella predisposizione del bilancio di previsione 2016-2018, alle consuete difficoltà di cassa, si sono aggiunte numerose complicazioni legate all’ introduzione della nuova contabilità armonizzata e di nuovi documenti, tra i quali i Documento unico di Programmazione (DUP). Prima di procedere con la descrizione degli elementi economici che caratterizzano il nostro bilancio, ritengo utile soffermarmi su questi due ultimi punti. L’introduzione della contabilità armonizzata, nata per far sì che i saldi degli enti locali siano compatibili con le decisioni di contenimento della spesa prese a livello centrale, ha imposto una ancor maggiore precisione e puntualità nella previsione delle entrate e delle spese, ingessando ulteriormente il potere decisionale dell’Amministrazione. In particolare, il passaggio al principio della competenza finanziaria potenziata, pur avendo come fine virtuoso la conciliazione delle posizioni debitorie e creditorie dell’ente, ha reso sempre più rigidi i meccanismi di spesa. Ritengo poi doveroso fare una precisazione sulla acclamata eliminazione del Patto di Stabilità: se è pur vero che quest’ultimo non esiste più, al suo posto è stato introdotto il rispetto del pareggio di Bilancio, ovvero del saldo non negativo tra entrate e spese finali. Ciò comporta che, se nella teoria si dovrebbe avere un totale sblocco delle risorse, nella pratica, essendo imposto anche il pareggio di cassa, si sono aggiunti nuovi vincoli che di fatto impediranno ai Comuni di spendere una buona fetta delle proprie risorse. Per quanto riguarda il DUP, esso dovrebbe rappresentare lo strumento che permette l'attività di guida strategica ed operativa degli Enti Locali costituendo, nel rispetto del principio del coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio, il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione. Se predisposto nei corretti modi e termini, è un atto nuovo ed importante, che fortifica i poteri di indirizzo e controllo del Consiglio Comunale e dà ulteriore rilevanza agli strumenti di programmazione, misurazione e valutazione delle attività poste in essere dall’Ente. Il fatto, poi, che il DUP debba essere approvato dal Consiglio Comunale entro il 31 luglio dell'anno precedente a quello a cui la programmazione si riferisce, evidenzia come la volontà politica di chi lo ha inserito tra i documenti obbligatori previsti dalla norma, sarebbe quella di definire ed approvare i prossimi bilanci preventivi entro la fine dell’anno. Come è noto, tuttavia, per questa prima annualità tutte le scadenze sono saltate ed il termine per la presentazione del DUP al Consiglio Comunale è stato prorogato al 31 dicembre, andando così a perdere, almeno per quest'anno, una parte rilevante del suo valore.

Volendoci ora soffermare brevemente sui contenuti del bilancio di previsione 2016-2018, anche per il 2016 si è deciso di impiegare parte dell’avanzo, per un importo totale pari ad Euro 332.265, al fine di raggiungere il pareggio tra entrate e spese. La scelta intrapresa dall’Amministrazione, infatti, nonostante i tagli sui trasferimenti, è stata quella di non chiudere il Bilancio attraverso l’aumento della pressione fiscale sui cittadini o la riduzione drastica di capitoli di spesa, bensì lasciando inalterate le aliquote applicate ai tributi e non aumentando nessuna tariffa per i servizi individuali, mantenendo costante la spesa per il sociale e garantendo quanto messo a disposizione dei cittadini fino ad ora. In particolare, si sono mantenuti i contributi alle scuole dell’infanzia paritarie e si è previsto un contributo specifico per la scuola primaria di Robegano, finalizzato all’attuazione del tempo pieno. Rispetto agli esercizi precedenti, anche per quanto riguarda la spesa corrente, i capitoli di spesa hanno subito riduzioni meno importanti. Quanto descritto sin d’ora è stato possibile grazie ad una gestione positiva del bilancio degli ultimi anni, che ha permesso di potere impiegare una parte di avanzo non solo per la gestione della ordinaria amministrazione ma, cosa ben più importante e corretta data la sua natura, per la messa in atto e chiusura di alcune opere. Sono infatti stati previsti interventi di manutenzione delle strade, per i quali saranno appaltati lavori per l'asfaltatura di alcune via comunali, oltre alla realizzazione di alcune opere pubbliche, tra le quali un ulteriore stralcio lavori nell'area verde a Robegano (piastra polifunzionale e campo sportivo) e l'adeguamento degli accessi, nonché la realizzazione del museo presso la Filanda, per i quali si è beneficiato anche di un finanziamento regionale. L’ulteriore auspicio che posso fare è che in sede di rendiconto (la cui scadenza è prevista per il 30 aprile), i sacrifici fatti negli ultimi anni possano portare ad un risultato d’esercizio soddisfacente, traducibile in nuovo avanzo da utilizzare per il bene dei nostri cittadini.

Come ormai è prassi consolidata nella stesura del Bilancio di Previsione e di tutti i suoi allegati, anche quest’anno le difficoltà nella redazione del bilancio, le scelte programmatiche e gli aspetti contabili che caratterizzano il bilancio 2016-18 sono stati presentati e discussi in almeno quattro commissioni consiliari: due più generali, nelle quali in aggiunta ad altri punti all’ordine del giorno, si è provveduto ad aggiornare tutti i consiglieri sulla situazione generale del Comune e sulle criticità che avrebbero caratterizzato il Bilancio e due convocate ad hoc e riguardanti quindi, quasi esclusivamente il bilancio di previsione ed i suoi contenuti, nonché l’emendamento presentato dalla Lista Bene Comune. Questa scelta è stata fatta al fine di garantire la massima trasparenza sulle scelte intraprese, permettendo di entrare nel dettaglio di ogni singola voce del bilancio e dando la possibilità ad ogni consigliere di chiedere qualsiasi delucidazione sulle voci di entrata e di spesa, in un’ottica di totale apertura, confronto e condivisione sulla situazione finanziaria.

A conclusione dell’iter procedurale necessario per l’approvazione, il bilancio 2016-2018 ed i suoi allegati sono stati sottoposti alle verifiche del Revisore dei Conti il quale ha espresso parere favorevole sulla proposta di bilancio e sui documenti allegati.

 

 

(12.04.16)

 

OPPOSIZIONE CONDIVISA E RESPONSABILE

Il-Tuo-Paese-Vivo glossy_ridLe due parole chiave del nostro programma elettorale erano “Amministrazione condivisa”.

Una espressione per indicare un metodo per amministrare attraverso un costante dialogo con i cittadini.

La maggioranza degli elettori ha però premiato altri.

Noi crediamo che il metodo dell’ascolto e della partecipazione sia comunque il metodo più giusto.

Per questo vogliamo svolgere il nostro ruolo di opposizione responsabile con lo stesso impegno e lo stesso metodo.

Lo faremo in Consiglio comunale, attraverso i nostri consiglieri eletti: Sara Baruzzo e Daniele Masiero.

Ma questo non basta.

Lo faremo tra la popolazione, con il contributo di tutti i cittadini di Salzano e Robegano che abbiano voglia di esprimere una idea, di segnalare un problema, di portare il loro contributo.

COME PARTECIPARE ?

• intervenite al nostro incontro, la sera di ogni primo martedì del mese, nella sede di via Calabria 2.

• incontriamoci nei banchetti che faremo periodicamente in piazza.

• prendete parte alle iniziative pubbliche che organizzeremo su alcuni temi cruciali per la nostra comunità.

Venite, daremo voce alle vostre idee!

Prossimi appuntamenti

Convocazione del Consiglio Comunale:

22 dicembre 2017 ore 20.00 Filanda

ORDINE DEL GIORNO

1)      Approvazione verbali seduta di Consiglio del 28/11/2017.

2)      Comunicazioni del Presidente del Consiglio.

3)      Atto di indirizzo relativamente al progetto delle opere viarie conseguenti alla chiusura del passaggio a livello di via Borgo Valentini.

4 )     Determinazione quota oneri di urbanizzazione per opere su edifici di culto ai sensi della L.R. V. 44/87 - Anno 2018.

5)      Comunicazione deliberazione di Giunta Comunale n. 136 del 28.11.2017 ad oggetto "Bilancio di Previsione 2017-2018-2019 - variazione di cassa (n.2)".

6)      Interrogazioni, interpellanze e mozioni.

In contatto

Puoi inviarci le tue domande e/o segnalazioni al seguente indirizzo e-mai: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure utilizzando il form alla pagina contatti. Saremo lieti di prendere in esame le vostre considerazioni e richieste.

Cosa è stato fatto …

Vuoi conoscere le realizzazioni dell’Amministrazione Comunale 2012-2017, governata dalla Lista “Per il tuo Paese vivo” ? Leggi il “Bilancio sociale di mandato”. Puoi scaricarlo dal sito del Comune.

Newsletter

iscriviti per ricevere la nostra newsletter



Committente responsabile: Benito Agnelli - © 2017 Il Tuo Paese Vivo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.