testata oppo

 

A+ A A-

Giorni decisivi per l’Unione dei Comuni del Miranese

Giorni decisivi questi per l'Unione dei Comuni del Miranese. Martedì 8 Aprile la votazione dello Statuto e dell'atto costitutivo è non solo all'Ordine del Giorno del Consiglio Comunale di Salzano, ma anche i Consigli di Mirano e Spinea sono riconvocati nella stessa serata, dopo una precedente convocazione non andata a buon fine, causa il rinvio imposto dalle opposizioni di centro destra e grilline. A S.Maria di Sala è stato il Sindaco a tergiversare nella convocazione del Consiglio, mentre Noale si riunisce lunedì 7. Martellago sarà convocato a breve. Scorzè per il momento è fuori dal giro, causa la netta opposizione espressa suo malgrado dal Sindaco Mestriner, ma staremo a vedere come andranno le prossime elezioni amministrative del 25 maggio.

Che qualcuno possa esprimere qualche perplessità è legittimo (le novità si sa generano sempre resistenze) ma forse non è proprio giustificato: dell'Unione dei Comuni (come ahimè di tante altre importanti riforme istituzionali) se ne parla da parecchi anni. Ricordiamo tra tutti l'interessante percorso avviato dalla ACLI del Miranese nel 2008 e che proprio il 6 marzo scorso è stato ripreso in un partecipato incontro a Mirano (sul sito http://villaggioliquido.wordpress.com potete trovare una ricca e aggiornata documentazione sull'argomento). Recentemente il Partito Democratico del Miranese vi ha dedicato uno dei quattro appuntamenti del Festival Democratico: il 17 febbraio a Scorzè ne hanno parlato i Sindaci dopo una preziosa introduzione da parte del Direttore dell'Unione dei Comuni del Camposampierese, Luciano Gallo, una realtà consolidata che produce concreti benefici in termini di economie e di migliori servizi per i cittadini, creando tra l'altro, aspetto non meno importante, una nuova e più forte identità locale. (vedete le slide  della presentazione di Luciano Gallo (clicca qui) e in particolare l'ultima slide !).

Per chi voglia approfondire ulteriormente legga lo studio di fattibilità per l'Unione del Miranese realizzato da Paolo Fortin, attuale Direttore dell'Unione dei Comuni della Riviera del Brenta (lo potete scaricare in calce a questo articolo). Lo studio evidenzia, con dovizia di analisi, che i benefici in termini economici e di efficacia nei servizi sono nettamente superiore ai costi .

Con l'Unione, i Comuni partecipanti non perdono le loro autonomie e specificità: si inizia mettendo insieme i servizi che più di altri possono giovarsi di un processo aggregativo di sinergia: Polizia locale, Risorse umane, Protezione civile. La Regione potrà contribuire con specifici finanziamenti, ma la possibilità che l'Unione sia svincolata dal Patto di Stabilità è già un vantaggio interessante.

Perché dunque tergiversare. Tanto più ora che a livello nazionale è finalmente passata un'altra importante riforma (il cosiddetto Disegno, ora Legge Del Rio): il riordino delle Provincie diventate, in attesa di definitiva abolizione per legge costituzionale enti di secondo livello (non più elettivi) e la nascita nel nostro territorio della Città Metropolitana di Venezia. In questo contesto l'Unione dei Comuni assume ancor più significato per affermare nell'ambito metropolitano la specificità di un territorio del miranese che con i suoi 120.000 abitanti è la "virtuale" quarta città veneta.

Bando agli indugi quindi e passiamo, con il voto nei Consigli Comunali, alla costituzione dell'Unione dei Comuni del Miranese. Perché il vecchio proverbio, sarà banale, ma è sempre valido: l'unione fa la forza !

(04.04.14)

SEGUICI SUI SOCIAL

fb

twitter3

instagram-1581266 1920

Prossimi appuntamenti


OPPOSIZIONE CONDIVISA E RESPONSABILE

Il-Tuo-Paese-Vivo glossy_rid Le due parole chiave del nostro programma elettorale erano “Amministrazione condivisa”.

Una espressione per indicare un metodo per amministrare attraverso un costante dialogo con i cittadini.

La maggioranza degli elettori ha però premiato altri.

Noi crediamo che il metodo dell’ascolto e della partecipazione sia comunque il metodo più giusto.

Per questo vogliamo svolgere il nostro ruolo di opposizione responsabile con lo stesso impegno e lo stesso metodo.

Lo faremo in Consiglio comunale, attraverso i nostri consiglieri eletti: Sara Baruzzo e Alice Tonello (che ha preso il posto del compianto Daniele Masiero).

Lo faremo tra la popolazione, con il contributo di tutti i cittadini di Salzano e Robegano che abbiano voglia di esprimere una idea, di segnalare un problema, di portare il loro contributo.

COME PARTECIPARE ?

• intervenite al nostro incontro, la sera di ogni primo giovedì del mese, nella sede di via Calabria 2.

• incontriamoci nei banchetti che faremo periodicamente in piazza.

• prendete parte alle iniziative pubbliche che organizzeremo su alcuni temi cruciali per la nostra comunità.

Venite, daremo voce alle vostre idee!

In contatto

Puoi inviarci le tue domande e/o segnalazioni al seguente indirizzo e-mai: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Saremo lieti di prendere in esame le tue considerazioni e richieste.

Cosa è stato fatto …

Vuoi conoscere le realizzazioni dell’Amministrazione Comunale 2012-2017, governata dalla Lista “Per il tuo Paese vivo” ? Leggi il “Bilancio sociale di mandato”. Puoi scaricarlo dal sito del Comune.

© 2019 Il Tuo Paese Vivo - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.